Le signore delle rose: Marella Agnelli

Marella Caracciolo di Castagneto, vedova Agnelli, nata nel 1927, è appassionata di rose fin da ragazzina, quando seguiva il padre diplomatico in giro per l’Europa.
Divenuta una brava fotografa, in età adulta ha saputo catturare con grande sensibilità immagini di giardini che sono state raccolte in vari libri.
La sua residenza Villar Perosa in Val Chisone ospita un giardino unico al mondo dove le rose hanno un posto di riguardo. Alcune – come la Mephisto – sono ormai introvabili. Il giardino accoglie anche le due rose che le sono state dedicate.
Donna Marella, di un rosa chiarissimo, quasi color madreperla, dal profumo lieve, che le è stata dedicata dall’ibridatore Barni di Pistoia, e Marella Agnelli, creata in suo nome da Meilland di Le Luc en Provence.
(La foto è tratta da Wikipedia)